Warning: Use of undefined constant REQUEST_URI - assumed 'REQUEST_URI' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/branddirsd/stuzzica/blog/wp-content/themes/best/functions.php on line 73
Se Galileo Galilei si fosse fermato a guardare video motivazionali

Il Blog di Stuzzica

5 Marzo 2017

Qui Angelo

Dalla Giungla Selvaggia del Web Marketing Operativo

Ecco cosa sarebbe successo se Galileo si fosse fermato a guardare video motivazionali.

Anche tu ami posticipare, ami la tua “zona confort” ma odi l’idea di essere una persona “statica”?

La maggior parte di noi odia pensare se stesso come “fermo e statico”.

Alcuni iniziano a dubitare di quello che stanno facendo se fanno sempre le stesse cose.

Detto fra noi, hanno ragione.

Oggi come non mai nella storia dell’umanità fare le cose velocemente, cambiare, differenziarsi è più urgente che mai.

Aveva ragione Winston Churchill, il famoso Statista britannico:

Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare.

Se non si è disposti a cambiare infatti:

1. Non si riesce più a controllare il mondo che ci circonda ma se ne viene sopraffatti.

È quello che succede per esempio a chi prova piacere a lamentarsi. Avete presente i lamentosi che non fanno nulla per modificare la loro situazione? Ecco.

2. Si inizia a dubitare della propria capacità di capire i cambiamenti.

Hai presente il sentirsi poco adeguati? A me capita spesso quando mi fossilizzo su un idea o, a causa dell’accidia, posticipo il da farsi.

Questo nella maggior parte dei casi porta a:

– Perdere posizioni.

La tua azienda, se non fai nulla o continui a posticipare, perderà posizioni e quote di fatturato nel tempo. C’è veramente poco da obiettare su questo.

– Far perdere valore ai tuoi investimenti.

Hai dedicato tutta la tua vita alla tua azienda o qualcun altro lo ha fatto per te. Se non ti dai da fare, questo patrimonio di tempo, soldi, competenze e fatica perderà sempre più valore.

Eppure i problemi non finiscono qui:

Perché se cambiare per alcuni è importante, per la maggior parte di noi anche “stare fermi” non è male.

Si chiama “Zona Confort” 

Pensa ad uomo sul divano che beve birra e mangia patatine davanti alla tv tutto il giorno.

Ora è chiaro che non è questa la “zona Confort” ma siamo più vicini al concetto di quanto possa sembrare.

In un articolo ho letto che la “zona Confort” può essere assimilabile ad una bara con gli interni di velluto.

Ci si sente comodi dentro questa “scatola”, a proprio agio grazie al prezioso rivestimento. Eppure si tratta sempre di una bara e se ci stai dentro è perché sei morto.

Stare dentro la zona confort in genere porta a due cose: vivere nella mediocrità e vivere nella paura.

Possiamo in altre parole definirla in questo modo:

La “zona confort” è rappresentata dai confini entro cui ci troviamo abbastanza bene in specifici contesti della nostra vita.

Alcuni contesti ad esempio sono quello familiare, la salute, le relazioni ed il lavoro.

In altre parole si tratta di un luogo comodo e sicuro.

Questo luogo lo creiamo noi, volenti o nolenti, grazie alle nostre esperienze e convinzioni.

In esso ci sentiamo al sicuro e viviamo bene con le nostre abitudini.

Pensa alla tua vita.

Quali sono quelle situazioni dove ti senti protetto?

Quali sono quelle situazioni dove i rischi sono annullati?

Quali quelle dove le situazioni che possono causarti dolore o disagio sono ridotti al minimo?

Quali quelle dove sei sicuro di avere il pieno controllo su tutto senza imprevisti?

Ecco quelle sono le tue zone confort.

Cosa collega video motivazionali, cambiamento e “Zona Confort”

Per lo stesso motivo Facebook si sta riempiendo di video motivazionali ogni giorno che passa.

Questi video vengono realizzati da persone che si occupano di consulenza o formazione nell’ambito marketing e business.

Questi video hanno successo perché stimolano in noi sia la zona confort sia il nostro odio verso il sentirci “statici”

Il cortocircuito si crea quando chi guarda questi video li usa per soddisfare entrambi questi bisogni.

Ci si vuole sentire persone che stanno “migliorando” la propria situazione RESTANDO nella propria zona confort.

Mi spiego meglio.

Ammettiamo che tu sia una persona che odia la staticità ed odia percepirsi come arrivato.

Guardi un bel video motivazionale e ti dai la carica. Fin qui niente di male.

Ma cosa succede se a questa carica non corrisponde un’azione?

Cosa succede se questa carica diventa L’AZIONE stessa che pensavi necessaria per uscire da quello odiosa “zona confort”?

Cosa succede se questa carica diventa lo stesso sentirti un “imprenditore coraggioso”?

Cosa succede se questa carica diventa lo stesso percepirsi come una persona che si è realizzata veramente nella vita?

L’altro lato della medaglia dei video motivazionali ed I freni operativi al fare marketing

Una delle maggiori resistenze che troviamo quando presentiamo i piani di Web Marketing Operativo è quella di “rimandare”.

Come è possibile che persone così forti, imprenditori di successo, rimandino un investimento importante come questo?

Una delle motivazioni è la seguente:

il Web Marketing Operativo tenta di portarli fuori dalla loro “zona confort” ma loro non vogliono uscirne.

Eppure, come abbiamo detto, si tratta di persone che hanno l’esigenza di crescere e di cambiare.

I Video Motivazionali sono una droga

È in questa fase che entrano in gioco, per questo tipo di persone, i video motivazionali.

Come posso sentirmi una persona dinamica, operativa e sulla giusta strada senza in realtà fare nulla?

Guardando un video motivazionale in molti ottengono proprio questo risultato.

Grazie ad un video motivazionale noi imprenditori ci sentiamo delle persone diverse.

Non è un caso che alcuni li condividano orgogliosamente nelle proprie bacheche.

Ma cosa stiamo FACENDO realmente? Quante cose stiamo posticipando?

Come auto realizzarsi senza video motivazionali

Non condanno i video motivazionali, ne ho visti molti e li continuo a vedere.

Non vorrei essere frainteso su questo punto.

Il video/discorso di Steve Jobs ad Harvard fa parte della mia cultura imprenditoriale ad esempio.

L’ultima cosa che voglio è dare un giudizio sommario in merito.

Quello che voglio è evitare che tu possa pensare di “aver fatto” il lavoro di imprenditore semplicemente guardandone uno.

Il segreto è nei numeri

La cosa fondamentale è diventare un potentissimo Neo.

Hai presente il film matrix?

È famosissimo e se non lo hai visto ti consiglio di farlo stasera.

In pratica il protagonista scopre che il mondo non è altro che una finzione virtuale scritta in codice.

Il protagonista in realtà scopre anche di aver ricevuto un dono ovvero quello di vedere questo codice.

In pratica vede il mondo per quello che è: numeri.

Ora, non sto certo dicendo che devi dubitare del mondo che hai intorno a te.

Magari stai provando a pizzicarti per scoprire se sei sveglio o meno. Posso capirti, anche io ci ho provato 😀

Quello che sto dicendo è che devi sforzarti di guardare al marketing ed al ruolo di imprenditore attraverso i numeri.

Quanti nuovi clienti sto prendendo questo mese?

Quali azioni sto facendo per automatizzare questo flusso di clienti?

Quali azioni sto progettando affinché non dipende tutto da me?

Quali azioni sto facendo affinché la mia azienda sia scalabile ovvero possa crescere sempre a mio comando?

Le domande sarebbero infinite.

Per evitare di farti domande inutili devi fartene una preliminare che tutte le sotto intende: Posso misurarlo?

La soluzione di Galileo Galilei

Galileo Galilei, orgoglio italiano è il padre della scienza moderna. Senza di lui non avremmo il progresso scientifico che ha permesso all’uomo di evolversi negli ultimi 300 anni.

Questo scienziato che ha reso famosa l’Italia e gli Italiani in tutto il mondo amava dire:

Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile ciò che non lo è.

Ecco per me la soluzione è questa:

Guarda pure tutti i video motivazionali che vuoi ma MISURA le tue azioni ed i loro risultati.

Compara poi questi risultati con quelli che potresti raggiungere ed AGISCI di conseguenza.

Non fossilizzarti sulle convinzioni che la tua azienda sta crescendo.

Non fossilizzarti sulle convinzioni che, in fondo, rispetto alla media, tu stai andando alla grande.

Questi ragionamenti sono il preludio di una trasformazione in quel bestione peloso con la birra in mano davanti alla tv.

Pensare “sto facendo il massimo” è la carezza vellutata del fodero di una bara che ti stai costruendo da solo.

Il nostro omaggio a Galileo Galilei ed ai suoi seguaci contemporanei.

Guardare ai dati nel proprio marketing, auto – realizzarsi e crescere come imprenditori.

Nel mio lavoro parlo con tantissimi imprenditori tutti i giorni.

Sono fortunato a parlare con ciascuno di loro perché si tratta di persone veramente forti e decise ad auto realizzarsi.

Il motivo (tecnico) per cui vengo chiamato è quello di aiutarli a creare il sistema di Web Marketing Operativo aziendale.

Mi spiego meglio facendo una piccola parentesi sul Web Marketing Operativo

  • La maggior parte degli imprenditori che hanno bisogno di fare marketing per la propria attività non riesce ad applicare quello che studia in merito a come vendere di più utilizzando internet

Che sia un corso o autodidatta non importa.

Ha sempre un milione di cose da fare.

Il Web Marketing Operativo risolve questo problema perché prevede la realizzazione di una strategia operativa per l’azienda.

  • La maggior parte delle volte l’imprenditore che ha bisogno di fare marketing cerca di distribuire il suo messaggio ma non è soddisfatto dei risultati

Chi distribuisce è ad esempio un tecnico informatico per quanto riguarda il web o un installatore o tipografo per quanto riguarda il marketing offline.

Si tratta di figure che non hanno contezza degli obiettivi di business dell’impresa.

Il Web Marketing Operativo risolve questo problema perché la distribuzione è perfettamente misurabile ed anche il ritorno dell’investimento economico.

  • La maggior parte degli imprenditori che hanno bisogno di fare marketing creano dei contenuti esclusivamente creativi.

Questi contenuti difficilmente sono efficaci e riescono ad essere compresi dal target di riferimento.

Ci si affida ad esempio ad agenzie esclusivamente creative o a chi realizza video.

Il Web Marketing Operativo risolve questo problema perché utilizza modelli strategici e di analisi per creare i contenuti

I contenuti non vengono creati esclusivamente in maniera creativa ma scientifica.

Utilizzando anche i nuovi strumenti tecnologici che permettono di fare dei test, si evita di spendere soldi su pubblicità e messaggi poco efficaci.

Chiusa Parentesi

Un sistema di marketing è fondamentale OGGI per qualsiasi azienda.

I motivi sono tanti e si possono trovare nel cambio del contesto competitivo e delle dinamiche di acquisto dei consumatori.

Per questo motivo in molti mi chiamano per creare il loro sistema di Web Marketing Operativo.

Stuzzicadentity infatti è un’agenzia specializzata in Web Marketing Operativo

Stuzzicadentity inoltre è esclusivista del Sistema “Brand Diretto: Misura le vendite, migliora il Brand. E vicerversa”

Infine, prevede anche una garanzia economica sul tuo investimento ed è stata creata proprio per soddisfare questa esigenza.

Mi piace pensare Stuzzicadentity come un omaggio ai tanti Galileo Galilei che ogni giorno incontro.

Mi piace pensare Stuzzicadentity come uno strumento fondamentale per le piccole e medie imprese.

Mi piace pensare che essere operativi ed impattare sulla realtà valga di più rispetto alla visione di qualche video motivazionale.

Mi piace pensare che le persone non si droghino più di video motivazionali rimandando le azioni concrete.

Mi piace pensare che possa servire anche te un giorno non troppo lontano.

Mi piace pensare che questo giorno sia oggi.

Mi piace pensare che tu lo faccia ORA.

Forza e Coraggio.

Angelo.